Bike è un’app per Mac creata da Jesse Grosjean: la nuova app aiuta a organizzare progetti e pensieri; è un task manager molto semplice basato su un editor di testo.

Il testo è al centro del sistema, ed è possibile organizzare idee sotto forma di strutture con gerarchie.

Rispetto ad altri programmi più completi e complessi, Bike ha il vantaggio dell’immediatezza di uso.

Dopo avere scaricato l’app (al momento una beta), basta copiarla nella cartella Applicazioni, consentire l’esecuzione e al primo avvio cominciare a scrivere. La finestra è simile a quella del classico editor di testo; si scrivono le idee e si preme il tasto Invio.

Se, anziché premere Invio si preme il tasto tabulatore, viene inserita un rientro; con un ulteriore tab, si inserisce un ulteriore rientro e così via. Sono disponibili scorciatoie di tastiera per aggiungere/rimuovere rientri, collassare singole righe o tutti gli elementi; è supportata la modalità a tutto schermo e anche una modalità “focus” (per concentrarsi su quella specifica riga).

Dalle Preferenze dell’applicazione è possibile scegliere l’interfaccia chiara, scura o automatica, colori, dimensione font, altezza delle righe e se attivare o no le animazioni.

Chi vuole può provarla in anteprima e anche pagare se la trova di suo gradimento (33 euro) con aggiornamenti accessibili per un anno (l’app continua a funzionare anche dopo). Bike è ottimizzata per i Mac con CPU Apple Silicon e richiede macOS 11 o superiore. (Fonte: Macitynet.it)

Condividi