Per quanto riguarda le incompatibilità previste dal Decreto Legislativo n. 39 dell’8 aprile 2013 (decreto anticorruzione), entrato in vigore il successivo 4 maggio, alla lettura dell’art. 12 comma 3 al punto b) appare evidente una probabile incompatibilità tra il ruolo di dirigente regionale e quello di Assessore comunale di Alfredo Moroni.

«In merito alla posizione dell’Ass. Moroni – Appello per L’Aquila – chiede al responsabile anticorruzione del Comune dell’Aquila, dott. Pirozzolo, di verificare e, nel caso, di procedere immediatamente e senza ulteriori esitazioni alla contestazione alll’Assessore Moroni della situazione di incompatiblità, segnalando la possibile violazione all’Autorità nazionale anticorruzione, all’Autorità garante anticoncorrenza e alla Corte dei Conti come previsto dall’art. 15».

Appello per L’Aquila invita inoltre il dott. Pirozzolo alla «celere verifica di altre possibili incompatibilità di membri di Giunta e Consiglio riguardanti incarichi di dirigente sanitario e scolastico e in tutti gli altri Enti pubblici e privati partecipati da Amministrazioni pubbliche.
Sono infatti più di due mesi che la norma parrebbe disattesa nel nostro Comune ed è necessario che venga fatta subito chiarezza rispetto a temi così delicati».

Condividi