di Maria Cattini – Un nuovo stop all’apertura dell’Aeroporto dei Parchi dell’Aquila a quattro giorni dalla data dell’ennesima promessa inaugurazione. A darne la notizia è il sito AbruzzoWeb che ha raccolto l’indiscrezione da esponenti dell’amministrazione comunale del capoluogo.

Da quanto riferisce Abruzzoweb, il ministero ha inviato una lettera all’Enac (Ente nazionale dell’aviazione civile) per chiedere lumi e bloccare l’apertura dell’aeroporto prevista per il 28 settembre.

A firmare il documento, Giacomo Aiello, attuale capo di gabinetto di Lupi e già noto all’Aquila per essere stato consulente giuridico della Protezione civile nel post-sisma nella fase dell’emergenza commissariale.

“Non è che l’aeroporto non apre, è che il ministero non lo vorrebbe far aprire”, ha spiegato il Sindaco Cialente, sempre più esperto di salvataggi in mare ma, a quanto pare, molto meno di soccorso aereo.  “Sto vedendo come muovermi con il ministro Maurizio Lupi”, ha infine assicurato i cronisti.

Eppure, solo due settimane fa, dopo un incontro al ministero, era stato trionfalmente annunciato dallo stesso Cialente e dell’Assessore con delega all’Aviazione Iorio che il 28 settembre sarebbero arrivate tutte le autorizzazioni per far decollare quello che, secondo loro, sarebbe dovuto diventare un indispensabile volano per il rilancio del “turismo e dell’economia cittadina”.
“Il ministero delle Infrastrutture ha bloccato l’apertura dell’Aeroporto dei Parchi perché intende acquisire un quadro certo sui servizi indispensabili a garantirne il funzionamento: ma in loro assenza l’Enac non ci avrebbe mai autorizzato ad aprire”, ha dichiarato invece un’incredula assessore Iorio che, ancora sconvolta, questa volta ha preferito non aggiungere ulteriori commenti sulla pagina di FaceBook dove, al momento in cui scriviamo, capeggia solo un invito alla “baby dance”.
Oggi pomeriggio alle 14 il primo cittadino del capoluogo, Massimo Cialente, presiederà una Giunta urgente per affrontare la situazione. “Attendiamo una risposta almeno verbale”, la speranza della Iorio.
Anche perché ad attendere risposte è anche la sexy dj Ema Stokolma, la guest star “internazionale”invitata per festeggiare “l’importante traguardo” e il taglio del nastro di una delle più travagliate infrastrutture della città. Oltre a lei, erano stati invitati a “far festa” tutti i gestori dei più importati locali della movida aquilana, che adesso si chiedono se devono disdire l’attrezzatura per gli stand da allestire, proprio sabato prossimo, all’interno dell’”aeroporto più pazzo del mondo”, per parafrasare il titolo di un vecchio film comico-demenziale dei fratelli Zuckher.
“Per adesso, all’Aeroporto dei Parchi, a ballare si balla ma certo non si vola”, ci ha potuto solo confermare una fonte che preferisce rimanere anonima.

Condividi