IA per creare serie televisive: la controversia durante lo sciopero degli autori

IA per creare serie televisive

IA per creare serie televisive? Durante lo sciopero degli autori, l’azienda Fable ha presentato Showrunner AI un’applicazione di intelligenza artificiale in grado di creare episodi completi di programmi televisivi.

Questa innovazione ha sollevato diverse preoccupazioni, soprattutto perché gli autori delle serie sono attualmente in sciopero per tutelare il loro lavoro e impedire l’avvento delle IA per creare serie televisive, nel settore.

Le proteste a Hollywood sono iniziate da mesi e le tensioni tra gli autori e le Big della cinematografia non accennano a placarsi. In questo contesto infuocato, l’introduzione di Showrunner ha aggiunto ulteriore combustibile al fuoco. Vedremo ora più nel dettaglio le problematiche e le reazioni suscitate da questa nuova tecnologia

Le sfide dello sciopero degli autori e l’entrata di Showrunner nel quadro

Lo sciopero degli autori è stato motivato da due principali questioni: la retribuzione degli introiti residuali dello streaming e l’utilizzo di intelligenza artificiale nel processo creativo. Gli autori vogliono che i loro diritti siano adeguatamente riconosciuti e che l’avvento delle IA non metta a repentaglio i posti di lavoro umani.

Showrunner, l’applicazione di intelligenza artificiale di Fable, è stata presentata durante questo periodo delicato.

IA per creare serie televisive

L’azienda ha assicurato che l’applicazione sarà utilizzata solo a fini non commerciali, offrendo nuovi strumenti ai fan per immergersi maggiormente nei prodotti di intrattenimento.

Tuttavia, i dubbi etici e legali persistono, poiché il brand di South Park è stato utilizzato senza il consenso dei proprietari della proprietà intellettuale.

Showrunner: le funzionalità

L’applicazione è in grado di occuparsi di sceneggiatura, animazione, regia, doppiaggio ed editing, e può creare una serie televisiva dal nulla. 

L’idea alla base di Showrunner AI è quella di semplificare il processo di creazione di una serie televisiva, consentendo a chiunque di creare una serie televisiva senza dover essere un esperto di sceneggiatura o di produzione televisiva.

Le funzionalità principali dell’applicazione includono:

  • Sceneggiatura: l’applicazione utilizza algoritmi di intelligenza artificiale per generare idee, personaggi, trame e dialoghi per la serie televisiva.
  • Animazione: Showrunner AI può essere utilizzata per creare animazioni per la serie televisiva.
  • Regia: l’applicazione può essere utilizzata per creare la regia della serie televisiva.
  • Doppiaggio: Showrunner AI può essere utilizzata per creare il doppiaggio della serie televisiva.
  • Editing: l’applicazione può essere utilizzata per creare l’editing della serie televisiva.
  • Creazione di trailer e promozioni: Showrunner AI può essere utilizzata anche per creare trailer e promozioni per la serie televisiva.

L’obiettivo di Showrunner AI è quello di semplificare il processo di creazione di una serie televisiva, consentendo a chiunque di creare una serie televisiva senza dover essere un esperto di sceneggiatura o di produzione televisiva

Il passato controverso di Fable e le criticità di Showrunner

Fable ha avuto un passato discusso, iniziando nel campo della realtà virtuale al fianco di Meta prima di spostarsi verso il settore delle IA. Questo solleva dubbi sulla vera finalità dell’applicazione e sulla garanzia delle intenzioni no-profit dichiarate.

Nonostante le assicurazioni di utilizzo esclusivamente non commerciale, è difficile ignorare il potenziale impatto negativo che Showrunner potrebbe avere sugli autori e sulle opportunità di lavoro umano nel settore televisivo. Le proteste degli autori continuano a crescere e le Big di Hollywood sembrano inclini a non rinegoziare le modalità contrattuali.

IA per creare serie televisive. Il futuro della creazione televisiva e la speranza del metaverso

Nonostante la controversia, la visione aziendale di Fable sembra essere orientata verso la creazione di un metaverso abitato da avatar programmati dai fan e dagli utenti. Questo potrebbe portare a una nuova forma di IA, avvicinandosi all’intelligenza artificiale generale che da tempo popola i racconti di fantascienza.

Il sindacato Writers Guild of America

Writers Guild of America, il sindacato a difesa degli sceneggiatori statunitensi, ha proposto di permettere a programmi di intelligenza artificiale di lavorare ai copioni, a patto che si mantengano i crediti per gli sceneggiatori.

La presentazione di Showrunner durante lo sciopero degli autori ha acceso ulteriormente il dibattito sulla tutela dei diritti degli autori e sull’impatto dell’intelligenza artificiale nel settore televisivo. Mentre Fable sostiene che l’applicazione sarà utilizzata solo a fini non commerciali, restano aperte numerose questioni etiche e legali.

Il futuro della creazione televisiva potrebbe essere influenzato dalla possibilità di un metaverso abitato da avatar programmati dai fan, ma è necessario trovare un equilibrio tra l’innovazione tecnologica e la tutela dei lavoratori umani. La discussione continua e solo il tempo dirà quale sarà il destino di Showrunner e delle IA nel mondo dello spettacolo.

IA per creare serie televisive

Torna in alto