L’editorialista del New York Times David Hume Kennerley considera la foto ZUMA Press di Bucha la foto più potente che abbia mai visto su questo argomento.

“Questo scatto di un uomo con gli occhi aperti è una delle fotografie più avvincenti e inquietanti di Bucha. Questa è un’immagine molto personale e misteriosa della morte, e non ho mai visto niente di simile. Cosa vide quest’uomo al momento della sua morte? Qualunque cosa fosse, la sua determinazione è rimasta negli occhi”, scrive Kennerly.

I corpi dei morti continuano ad essere riesumati a Bucha, la maggior parte con ferite da arma da fuoco e schegge dovute alle esplosioni. Ogni corpo è esaminato da esperti forensi, scienziati forensi, investigatori e pubblici ministeri.

Più di 720 persone sono state uccise a Bucha e in altri sobborghi di Kiev occupati dalle truppe russe e più di 200 sono considerate disperse.

Lo ha riferito il ministero dell’Interno ucraino, citato da Sky News. A Bucha, il sindaco Anatoliy Fedoruk ha riferito che sono stati trovati 403 corpi e il numero potrebbe aumentare.

Condividi