Abruzzo, pubblicità istituzionale: la Regione cerca un’emittente televisiva, 20mila euro per Vinitaly 2015

regione abruzzo

La Regione Abruzzo, con una neo sala stampa  super tecnologica, ha uno degli uffici stampa più nutriti di Italia con giornalisti, tecnici video, mezzi televisivi, eppure è pronta a elargire 20 mila euro a un’emittente televisiva per andare quattro giorni al Vinitaly a Verona. In tempo di spending review e di annunci di economie stride l’avviso, scaduto l’altro ieri,  sul sito della Regione: “Avviso di Selezione per l’individuazione di fornitori di servizi per attività di informazione istituzionale. Vinitaly e Sol 2015 – Verona 22/25 marzo 2015 – del 27 febbraio 2015“.

La selezione riguarda l’individuazione di fornitori di servizi per attività di informazione istituzionale, a mezzo emitenti televisive, finalizzate a dare visibilità mediatica alle azioni di promozione e valorizzazione che verranno realizzate nell’occasione da parte dell’Ente regione, dai Consorzi di Tutela, da Associazioni o da eventuali organismi che parteciperanno alle manifestazioni suddette. Due servizi giornalistici di informazione istituzionale per ciascuno dei due giorni e la loro messa in onda, nelle fasce di massimo ascolto, su emittenti televisive aventi copertura a livello regionale (non sono previsti servizi in diretta tv). Il tutto per 20mila euro, oneri fiscali esclusi. Lo stanziamento complessivo per la partecipazione della Regione Abruzzo alla manifestazione è di 335mila euro (delibera GR 167 del 4 marzo 2015).

Laquilablog.it, 12 marzo 2015

Torna in alto