Mentre Renzi a Ballarò continua a beffeggiare Grillo per le “sirene” e le “scie chimiche, l’ufficio stampa di Luciano D’Alfonso precisa in merito al video virale che sta spopolando su youtube:

Luciano D’Alfonso, candidato alla presidenza della Regione Abruzzo, è solito utilizzare un linguaggio metaforico e suggestivo nella sua comunicazione, anche come tramite più coinvolgente per la rappresentazione del suo programma di governo.

Alcuni dei termini usati possono apparire singolari al di fuori del contesto regionale, nel quale ovviamente risulta difficile cogliere il riferimento cui D’Alfonso allude con le sue metafore, ma per gli Abruzzesi è molto chiaro.
Un caso esemplare è quello della trasmissione “Il Fatto” dalla quale è stato tratto un video in cui D’Alfonso richiama la scelta di tutelare e salvaguardare l’ambiente abruzzese, in particolare i fiumi e il mare. A proposito di quest’ultimo il candidato dice di volerlo difendere dalle “invasioni degli Ufo che si sono messi in cammino”.
Per chi vive in Abruzzo è un riferimento esplicito: si tratta delle piattaforme petrolifere di Ombrina che costituiscono una minaccia grave per un prezioso ecosistema.
Il programma del candidato presidente e del centrosinistra sul punto è netto: questi tentativi saranno avversati e respinti per tutelare la risorsa ambientale che è la più preziosa di cui l’Abruzzo disponga.
Chi ha creato il video, invece, evidentemente voleva favorire una confusione che non ha motivo di essere.

Prendiamo atto che per D’Alfonso la politica è poesia e quindi diventa d’obbligo l’uso delle metafore. Peccato solo che il conduttore della trasmissione, mentre gli lasciava il microfono a disposizione, continuava solo ad elogiare la chiarezza nell’esprimersi del candidato presidente del centro sinistra, senza mai chiedergli di esplicitare concretamente il suo pensiero.

L’Aquilablog.it, 13 maggio 2014
 

Condividi